La storia che volevamo

3.9914.90

“Io avevo un unico obiettivo: giocare a football. Ero grosso e cattivo, veloce e coordinato, intelligente e determinato. Ecco perché risultavo un vincente, perché non permettevo a niente e a nessuno di ostacolarmi.”

“Io ero strana, non sapevo socializzare, ma ero brava in ciò che facevo, io non ero spazzatura, lo avevo dimostrato a loro e a me stessa, soprattutto. Il fatto che non lo urlassi al mondo, che non lo esprimessi con rabbia e aggressività, non significava che fosse meno vero.”

Solo tra le braccia del buio, la luce risplende.
Questa è la storia del loro incontro.

Spedizione gratuita:: per gli ordini a partire da 24.90
SKU: N/A Categoria:

“Io avevo un unico obiettivo: giocare a football. Ero grosso e cattivo, veloce e coordinato, intelligente e determinato. Ecco perché risultavo un vincente, perché non permettevo a niente e a nessuno di ostacolarmi.”

La cosa che Gregory “Ego” Madden desidera di più nella vita è vincere il campionato con i California Bears, diventare il più famoso wide receiver della storia e riscattare un passato da emarginato. Il suo innato talento potrebbe garantirgli un futuro di successo e denaro, se solo fosse capace di controllare la rabbia che lo divora.

***

“Io ero strana, non sapevo socializzare, ma ero brava in ciò che facevo, io non ero spazzatura, lo avevo dimostrato a loro e a me stessa, soprattutto. Il fatto che non lo urlassi al mondo, che non lo esprimessi con rabbia e aggressività, non significava che fosse meno vero.”

La cosa che Dawn Riddle desidera di più nella vita è laurearsi e poi specializzarsi in Paleontologia. Ha sempre preferito la compagnia dei libri a quella dei suoi coetanei e ha potuto frequentare l’università solo grazie a una borsa di studio. Nella sua vita, segnata dal dolore e dalle rinunce, non c’è spazio per niente altro.

Solo tra le braccia del buio, la luce risplende.
Questa è la storia del loro incontro.

Formato

Cartaceo, E-book

Author Picture

Marion Seals

Marion vive nella più bella isola del mondo, con un marito candidato alla santità e due figli maschi che la mantengono giovane.

È una lettrice onnivora e ama qualsiasi genere, purché sia in grado di darle emozioni. Scrive quello che vorrebbe leggere e non inizia un nuovo romanzo se non ha già la cover come ispirazione.

Odia gli epiloghi e adora i cliffhangers. Contrariamente al resto del pianeta, le piace soffrire in spasmodica attesa del capitolo successivo di una serie e pensa che gli spoiler siano un reato da condanna penale.

Le tematiche che affronta nei suoi libri sono: la diversità in ogni sua forma e quanto questa sia fonte di arricchimento, la paura di vivere e amare e la difficoltà ad accettarsi per quello che si è, andando oltre i giudizi della gente.